Lo studio ESOVIA (epidemiological Study Of Vulvodynia Italian Association) si propone di fotografare la reale diffusione della vulvodinia in Italia.

I dati di prevalenza negli USA suggeriscono come la malattia non è rara; in Italia la patologia è sicuramente sottostimata,gettando nell sconforto le molte donne che ne sono affette costrette a peregrinare per ricevere una corretta diagnosi ed una terapia adeguata.

L’ Associazione Italiana Vulvodinia (AIV) vuol far conoscere la malattia per aiutare pazienti e medici ad individuarla e curarla,per dare strumenti utili alle donne che ne soffrono,per parlare,confrontarsi e superare le difficoltà,per iniziare a studiarla con costanza e metodo,partendo dalla rilevazione del problema per culminare nello sviluppo di terapie sempre più efficaci.

Nel tempo l’AIV vuole diventare punto di riferimento in Italia:

 

  • per chi ha difficoltà di diagnosi e cura
  • per gli operatori sanitari che non hanno avuto modo di approfondire la materia
  • per la comunità scientifica che può intervenire in questo caso come in passato,risolvendo un problema che è personale e familiare allo stesso tempo
Studio Epidemiologico sulla Vulvodinia