Studio ESOVIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


Definizione


Vulvodinia


Fastidio vulvare spesso descritto come bruciore,dolore o dispareunia, in assenza di alterazioni obiettive visibili di un qualche rilievo o di specifici disturbi neurologici clinicamente identificabili,della durata di almeno 3 mesi.


Punti chiave:


  • Bruciore-Dolore-Dispareunia


  • Assenza di lesioni clinicamente evidenziabili : fondamentale la diagnosi differenziale


  • Durata dei disturbi di almeno 3 mesi







Anatomia Vulvare

La Vulvodinia viene classificata in relazione a due elementi fondamentali
Sede dei disturbi
- Forma localizzata : Vestibolo vaginale (vestibolodinia) ca 80% casi ;Clitoride
(clitoridodinia); Altre sedi
-Forma generalizzata : disturbi che interessano gran parte della regione vulvare (perineo e
regione anale compresi)
Caratteristiche dei disturbi
- Provocata: i sintomi sono prevalentemente legati alla stimolazione (contatto,sfregamento
penetrazione vaginale)
- Spontanea: i sintomi sono quasi sempre presenti,indipendentemente dalla stimolazione
Talora componenti diverse di vulvodinia possono sovrapporsi,anche se nella pratica clinica si
evidenziano due forme: la vulvodinia generalizzata spontanea e la vestibolodinia prevalentemente
provocata; quest'ultima č di gran lunga la variante pių frequente.

Epidemiological Study Of Vulvodynia Italian Association

La ricerca viene realizzata con il prezioso contributo di Uniderm Farmaceutici S.r.l.





Home Page | Obiettivi | Definizione | Cause | Diagnosi | Terapia | A.I.V. | Mappa del sito


Powered by AIV | info@vulvodinia.eu

Torna ai contenuti | Torna al menu